venerdì 20 ottobre 2017

Nerostellati e Sulmona, ecco perché l'inversione di campo.

TRA REGOLAMENTO COMUNALE E FIGC. MA LE SOCIETA' POTEVANO VENIRSI INCONTRO

Nerostellati 1910 - San Marino al Pallozzi di Sulmona, Sulmona - Casolana al Cipriani di Raiano. Continua la diatriba, che di filosofico ha ben poco in questo caso, sugli impianti che ospiteranno le gare delle principali squadre peligne questa domenica. Nerostellati di "casa" a Sulmona, come già successo con Francavilla, Campobasso e Recanatese; mentre gli ovidiani hanno optato di spostarsi a Raiano decidendo di aprire gratuitamente le porte al pubblico per favorirne il seguito. Ma perchè questa inversione di campo? Nerostellati o Sulmona avrebbero potuto giocare a giorni alterni, anticipando una gara al sabato e facendo giocare l'altra la domenica sempre al Pallozzi. Gli ospiti però, in questo caso San Marino per i Nerostellati e Casolana per il Sulmona, hanno il diritto di non avallare questa proposta e di attenersi al giorno e agli orari prestabiliti dalla Lega. E qui entrano in gioco da una parte il regolamento comunale di Sulmona sugli impianti sportivi e, dall'altra, quello della FIGC Abruzzo. Nel primo punto il regolamento sulmonese recita: "in presenza di più domande di concessione relative ad un medesimo impianto e qualora non sia possibile soddisfare tutte le richieste, predispone il calendario di cui all'art. 6 comma 4 del presente regolamento assegnando gli impianti a soggetti che svolgono attività sportiva aventi sede nella Città di Sulmona e che siano iscritti all'apposito Albo Comunale delle società e associazioni sportive dilettantistiche". Il Comune di Sulmona in estate ha dato la piena disponibilità ai Nerostellati 1910 di disputare le
gare interne allo stadio Pallozzi, vista l'impraticabilità dell'Ezio Ricci di Pratola, a patto che la società pratolana e le due sulmonesi (Sulmona e Ovidiana) riuscissero a gestire di comune accordo i reciproci impegni. Nel regolamento comunale vi è anche scritto che la priorità va data a Associazioni/Società sportive che partecipano ai campionati federali, nel seguente ordine di rilevanza: internazionale, nazionale, regionale, provinciale e locale. Poichè i Nerostellati prendono parte a un campionato interregionale avrebbero la precedenza sul Sulmona che partecipa al campionato di Promozione su base regionale. Quindi è il Comune di Sulmona a sfrattare la squadra locale dal Pallozzi? No. Infatti, la parte appena illustrata del regolamento sull'utilizzo degli impianti sportivi va a braccetto con quanto è scritto nel regolamento della FIGC nel punto riguardante le concomitanze di gare sullo stesso campo: "il Consiglio Direttivo del Comitato ha deliberato che in caso di concomitanze tra gare di campionato di Eccellenza, Promozione e Manifestazioni Nazionali, verranno anticipate al sabato quelle di categoria inferiore. Solo nel caso in cui la società interessata segnali un campo alternativo almeno sei giorni prima della data fissata per lo svolgimento della gara, la stessa avrà svolgimento come da calendario".  Regolamento FIGC alla mano i Nerostellati hanno quindi la precedenza. Ciò non toglie che in futuro le società che usufruiscono del Pallozzi si possano sedere a tavolino per evitare nuovamente incomprensioni, poiché avendo a disposizione i calendari federali dei rispettivi campionati ci sono tutti gli strumenti per evitare nuove inversioni di campo.

La meglio gioventù del calcio peligno nelle Rappresentative abruzzesi

COLETTI IN JUNIORES CON DEL ROSSI E POSTIGLIONE. IN SEI DEI NEROSTELLATI TRA ALLIEVI E GIOVANISSIMI.

Largo ai giovani, e soprattutto a quelli peligni. Sono molti i giovani talenti della vallata convocati in settimana con le rappresentative del calcio abruzzese. La Rappresentativa Juniores ha convocato Valerio Coletti (in foto), per prendere parte ad un primo allenamento il 25 ottobre in vista del 57° torneo delle regioni che si terrà a marzo proprio in Abruzzo. Insieme a lui andranno altri due under del calcio locale: Mattia Del Rossi e Samuel Postiglione in forza al Raiano. Nella Rappresentativa Allievi Daniel Cantagallo ha scelto di portare tre giocatori dei Nerostellati Pratola: Alessio Giansante, Sebastiano Schiappa e Ivan Zavarella. La società pratolana sarà rappresentata anche nella Rappresentativa Giovanissimi da Fabrizio Antonucci, Armand Muca e Brahim Njim che si uniranno al gruppo allestito da Giuseppe Giovannelli, il quale ha convocato anche Andrea Buccini, Mario Felce, James Laperchia e Alessandro Meo dell'Olympia Cedas Sulmona

mercoledì 18 ottobre 2017

Nerostellati - San Marino al Pallozzi

PRATOLANI IN CAMPO DOMENICA. SULMONA ANTICIPA AL SABATO CON LA CASOLANA

Passo indietro o semplice rinvio? I Nerostellati Pratola giocheranno la gara contro San Marino allo stadio “Pallozzi” di Sulmona. Almeno questo è quello che traspare dalla pagina Facebook della società pratolana, dove viene indicato l’impianto peligno per la partita interna di domenica 22 ottobre. Eppure i Nerostellati attraverso una nota ufficiale dello scorso 24 settembre avevano annunciato di traslocare al “Barbati” di Pescina appena possibile. Contro la Recanatese, lo scorso 7 ottobre, i Nerostellati hanno giocato al “Pallozzi” con il Sulmona che ha anticipato la gara contro l’Ortona al sabato. Stesso scenario che potrebbe riproporsi in questo fine settimana poiché anche il Sulmona è impegnato in casa contro la Casolana. I Nerostellati temporeggiano al momento. Spostare le gare interne a Pescina, dopo tutto, non può che far perdere seguito allontanando ancor di più la squadra dalla Valle Peligna. Bisogna quindi attendere e vedere se la dirigenza nerostellata abbia deciso di tornare sui propri passi e continuare l’intera stagione a Sulmona.

martedì 17 ottobre 2017

Ora ci siamo tutte !

INIZIA ANCHE LA TERZA CATEGORIA. IL PUNTO SU TUTTE LE PELIGNE IN CAMPO


Tutte, o quasi. Le quindici peligne (meno una) sono scese in campo tutte questo week-end. Dalla Serie D alla Terza Categoria in una scala piramidale dove manca l'unica rappresentante nel campionato d'Eccellenza. Un vuoto da colmare al più presto, possibilmente con un salto di categoria da parte delle tre partecipanti alla Promozione. L'unica assente è stata l'Aurora che a causa di un disguido con la Lnd non ha disputato il match interno contro lo United Capistrello. In Serie D tutto facile per il Matelica contro i Nerostellati. La retroguardia pratolana regge 180'', poi Oliveira brucia Giallonardo ed incorna i peligni. Gara in discesa per i marchigiani che sciupano tanto nella prima frazione. Angelilli raddoppia prima del duplice fischio. Nella ripresa Gabbianelli, Magrassi e Mancini vanno ad arricchire il tabellino dei marcatori. I biancorossi rosicchiano due punti al Campobasso, mentre per i peligni i numeri non sono dei più incoraggianti. Terza gara senza andare a segno e peggior difesa del torneo con 21 reti al passivo in sette giornate. Chi invece sta dimostrando solidità difensiva in Promozione è il Sulmona. Con il pareggio a reti bianche contro la Fater Angelini Abruzzo i biancorossi prolungano l'imbattibilità di Di Censo (in foto) a 340 minuti consecutivi. Prima gioia stagionale per il Raiano che con la vittoria (2-0) nel match salvezza contro il Palombaro abbandona l'ultimo posto in classifica. A trascinare i peligni uno straordinario La Gatta (classe '95), che in cinque minuti realizza una doppietta tagliando le gambe degli ospiti. Pirotecnico ma con il gusto amaro il confronto tra Virtus Pratola e Castiglione Valfino al "Ricci". Ospiti avanti con Colicchia. I pratolani agguantano il pareggio con D'Ancona e, nella ripresa, mettono la freccia grazie alla rete di Gambacorta. I teramani sono feriti ma non morti e ci pensa ancora Colicchia a risollevarli. Prima firma la rete del nuovo pareggio e, a quattro dalla fine, trova il gol del contro sorpasso e del primato in classifica. In Prima Categoria il Pacentro va avanti nel segno del tre. Tre come le vittorie consecutive. Tre come i gol di Cuccurullo che stendono il Cugnoli in un match bellissimo terminato 4-2. A scendere il poker per i pacentrani è stato Pizzoferrato. A punteggio pieno lo Scafa, che regola per 1-0 la Morronese grazie alla rete decisiva di Traorè. Perde il passo dalla capolista Scafa la Federlibertas, costretta al pari per 1-1 dal Pretoro, che al Comunale di Bugnara conquista il suo primo punto stagionale. Del Conte show alla "Madonnina" di Villamagna. L'ex Sulmonese vince praticamente da solo contro il Villamagna nella partita terminata 4-1. Tutte e quattro le reti sono dell'attaccante popolese, che balza a quota cinque nella classifica marcatori. In Seconda Categoria l'Ovidiana vince all'ultimo respiro una gara tiratissima contro il Capestrano. Rossi illude gli ospiti. Baccari pareggia e Grandis, all'ultimo istante, pesca l'asso. Due gare interne e due vittorie per i biancorossi, giusto per far capire che il Pallozzi sarà difficile da espugnare. Esordio tutto sommato positivo per le peligne in Terza. Nell'anticipo il Campo di Giove espugna 3-2 il campo del Gignano. 1-1 nel derby tra Cansano e la neonata Roccacasale. A segno per i cansanesi, manco a dirlo, il solito Scarpone mentre per il Roccacasale la rete porta la firma dell'ex Virtus Pratola Sabatini. Nel girone B non basta la doppietta del sempreverde Di Pietro per la Ferroviaria, superata in casa dal pokerissimo del Cerchio per 5-2. Avanti tutta il Goriano Sicoli. De Mutis e la doppietta di Colella vanificano i gol di Nucci e Melillo, permettendo ai gorianesi di superare 3-2 l'Aielli.

lunedì 16 ottobre 2017

Gignano-Campo Di Giove= 2-3

3^ Categoria Girone A.

Successo esterno per i ragazzi di Capaldo

Il Campo di Giove ha vinto la prima partita del campionato di terza categoria (Girone A) iniziato questa mattina a Fossa (L’Aquila) proprio tra il Campo di Giove e il Gignano calcio.
Assente per problemi di salute mister Angelo Capaldo, la squadra è stata diretta dal vice allenatore Mario Capaldo che ha saputo ben impostare la squadra sia sotto l’aspetto tattico che motivazionale.
Il Campo di Giove è passato in vantaggio al 16’ con Riccardo Di Benedetto per poi essere raggiunto nel finale di primo tempo con il gol di Brian Marcantonio.
Nella ripresa Alessandro Liberatore ha portato di nuovo in vantaggio il Campo di Giove realizzando la rete su assist di Pasquale De Chellis che, con un secondo passaggio, ha dato la possibilità di segnare la rete del 3 a 1 al giovane Iacopo Vella.
I ragazzi del Gignano hanno tentato in tutti i modi di recuperare e, nel finale di partita c’è stato il secondo gol di Brian Marcantonio, la doppietta del bravo centrocampista però, non è stata sufficiente per pareggiare l’incontro che è finito: 2-3.
Dunque un inizio incoraggiante per il Campo di Giove, i ragazzi hanno dimostrato che il lavoro svolto nei mesi scorsi è servito a dare una buona condizione atletica e tanta concentrazione, un lavoro fortemente voluto dalla dirigenza supportata brillantemente dal preparatore atletico Andrea De Chellis che si conferma uno sportivo preparato e capace.

3^ Categoria Girone B: 1^ Giornata

Risultati  
Aurora Sulmona-United Capistrello: n.d. 
Ferroviaria Amatori-Cerchio= 2-5
Massa D Albe-Villavallelonga=  0-2
Nova 2017-Marsicana S. C= 1-2
Sporting Liberati Guido-Forme= 1-4 
Statulae Goriano Sicoli-Aielli 2015= 3-2

Classifica.
Cerchio, Villavallelonga, Marsicana, Forme, S. Goriano 3
Aurora Sulmona, U. Capistrello, Ferroviaria Amatori, Massa D'Albe, Nova 2017, Sp. Liberati Guido e Aielli 0

3^ Categoria Girone A: 1^ Giornata

Risultati.
Cansano-Roccacasale= 1-1 (Scarpone, Sabatini A.)
Gignano Calcio.Campo Di Giove= 2-3  
Monticchio 88-Valle Del Tirino= 1-5
Ocre Calcio-Bazzano Calcio= 1-2    
Virtus Barisciano-Vestina San Demetrio= 4-0 
Riposa: Arischia

Classifica.
Campo Di Giove 3
Valle Del Tirino 3
Bazzano 3
Virtus Barisciano 3
Cansano 1
Roccacasale 1
Arischia 0
Gignano 0
Monticchio 0
Vestina San Demetrio 0
Ocre 0

2^ Categoria Girone B: 3^ Giornata

Risultati
Atletico Civitella Roveto-Lo Schioppo= 3-1
Collarmele-Cese A. S. D.= 6-0
Deportivo Luco-Canistro= 3-2
Ortigia-Plus Ultra= 0-0
Ovidiana-Capestrano= 2-1
San Giuseppe Di Caruscino-Marruvium= 1-3
Riposa: Castronovo

Classifica
Ortigia 8
Atletico Civitella Roveto 7
Plus Ultra 7
Collarmele 6
Canistro 6
Ovidiana 6
Marruvium 5
Cese A. S. D. 5
Castronovo 4
Lo Schioppo 1
San Giuseppe Di Caruscino 1
Capestrano 0

Eccellenza: 8^ Giornata

Risultati.
ALBA ADRIATICA–SAMBUCETO= 0-2   9’st Antonacci, 16’st Antenucci
AMITERNINA–CUPELLO= 3-0   19’pt Torelli, 23’st Terriaca su rigore, 39’st Sow
CAPISTRELLO–MARTINSICURO= 5-1   44’pt Bolzan (C), 2’st Leccese (C), 7’st Paris (Capistrello), 19’st Paneccasio (C), 24’st Cucco (M), 30’st E. De Meis (Capistrello)
MIGLIANICO–REAL GIULIANOVA= 2-3   12’pt Grossi (M), 17’pt Tozzi Borsoi (G), 33’pt Marfisi su rigore (M), 36’pt e 50’st D’Alessandro (G)
PENNE–ACQUA E SAPONE= 3-2   3’st e 20’st Rodia (P), 30’st Maiorani (A), 46’st Di Martino (P), 48’st Marrone (A)
R.C. ANGOLANA–MONTORIO 88= 1-0   30’pt Farindolini
RIVER CHIETI 65–PATERNO= 1-0   9’pt Criscolo
SAN SALVO–CHIETI= 1-2   13’pt autorete di Maccione (C), 7’st Catalli (C), 40’st Ramundo (S)
SPOLTORE–TORRESE= 2-1   11’st Nardone (S), 19’st Stacchiotti (T), 20’st Ranieri (S)

Classifica 
CHIETI 17
PATERNO 17
REAL GIULIANOVA 17
R.C. ANGOLANA 17
SAMBUCETO 17
CAPISTRELLO 12
SPOLTORE 12
PENNE 11
ACQUA E SAPONE 10
ALBA ADRIATICA 9
MARTINSICURO 9
RIVER CHIETI 65 8
TORRESE 8
AMITERNINA 7
CUPELLO 7
MIGLIANICO 7
MONTORIO 88 5
SAN SALVO 5

domenica 15 ottobre 2017

Matelica-Nerostellati= 5-0 (video).

Scafa Cast-Morronese= 1-0

1^ Categoria Girone C.

I peligni cadono nel finale.

SCAFA - Continua la marcia della capolista Scafa che centra la quinta vittoria consecutiva e mantiene due punti di vantaggio sul Giuliano Teatino e Cepagatti Red D. Quanta fatica pero' per avere la meglio dell ostica Morronese che cade nel finale dopo una partita accorta.
Cronaca. Locali in formazione pressoche' tipo; ospiti con le defezioni di Hallulli, Esposito, La Civita, Favilla e Porretta. Scafa piu' intraprendente nella prima frazione di gioco. Temibilissimi gli avanti Traore' e Vettese che non inquadrano la porta per questione di centimetri, La Morronese agisce principalmente di rimessa ed e' pericolosissima al 35' con la conclusione ravvicinata di Di Bacco smorzata d'istinto da Orletti.
Nella ripresa e' sempre lo Scafa a fare la partita. Torre salva sulla conclusione a giro di Vettese (5' st) e Traore' (13' st) sfiora il palo da distanza ravvicinata. L'ex Pianella Orletti chiude la porta a Iannamorelli in piena area di rigore e Torre non corre pericoli sul rasoterra di Vettese. Sugli sviluppi di un corner a favore, la Morronese subisce la ripartenza della capolista, con Vettese che offre l'assist al bacio a Traore' che deve solo appoggiare il pallone in rete (36' st). Lo Scafa sfiora il raddoppio con una conclusione a giro di Di Renzo e successivamente Dante salva sulla linea la percussione di Vettese che prosegue l'azione con Di Mascio a terra al limite dell area di rigore. Termina col successo locale,
ma la Morronese esce ancora una volta a testa alta con la consapevolezza di aver incontrato tutte le prime della classe in cinque giornate di Campionato. Migliori in campo: Sciarretta (Scafa Cast), Dante (Pol. Morronese). Perfetta la direzione di gara di Mennilli di Lanciano.

Scafa Cast.: Orletti, Maurizio, Basile (20' st Evangelista), Pastore (29' st Allegro), Sciarretta (Cap.), Troiano, Traore' (40' st Di Renzo), Barbacane (15' st Colalongo), Vettese, De Melis Ren., Barretta (42' st Fontana)..
A disposizione: Sciavilla, Paolini.
All. De Melis Rob.

Pol. Morronese: Torre (Cap.), Rosato, Intenza (45' st Trovarelli), Di Cesare (36' st Virtuoso), Pezzi (37' st Restaino M.), Dante, Di Bacco M., Giallorenzo, Iannamorelli, Liberatore, Di Mascio (47' st Valeri).
A disposizione: Napoleone.
All. Di Sante.

Arbitro: Mennilli di Lanciano.

Marcatori: 36' st Traore'

Note. Ammoniti; Troiano (Scafa); Giallorenzo, Liberatore, Iannamorelli e Intenza (Pol. Morronese). Recuperi Pt 1' - St 6'.

Virtus Pratola-Castiglione Valfino= 2-3

Promozione Girone B.

Colicchia show ed il Castiglione balza in testa.

PRATOLA PELIGNA. Una tripletta di Colicchia (in foto) decide un incontro pirotecnico, ricco di emozioni e di capovolgimenti di fronte. Virtus Pratola due volte in vantaggio, ma un Castiglione concentrato e cinico trova per ben due volte la forza di pareggiare, centrando nel finale la rete del sorpasso.

VIRTUS PRATOLA: Petrucci, Scelli, Centofanti, Campanella, Tosti, Saccoccia, Gambacorta, Villani, D'Ancona, Vitone, Crecchia. 
A disposizione: Marulli, Passalacqua, Cimaglia, Gjepali, Savese, Zimei, Miccoli. 
Allenatore: Palladinetti

CASTIGLIONE: Durantini, Scoglia, Sansone, Di Marco, Sigismondo, Marini Misterioso, Mergiotti, Di Donato, Colicchia, Medomi, Cancelli. 
A disposizione: Cappuccini, Di Donato, Palmucci, Mazzocchetti, Scocchia, Trequardini, Balia. Allenatore: Appignani

ARBITRO: Marchetti dell'Aquila

RETI: 12' pt Colicchia, 25' pt D'Ancona, 6' st Gambacorta, 28' st e 41' st Colicchia

Raiano-Palombaro= 2-0

Promozione Girone B.

La Gatta regala tre punti d' oro al Raiano

RAIANO. Una doppietta di La Gatta (in foto) nel primo tempo fa felice il Raiano che conquista il primo successo stagionale, avendo la meglio di un Palombaro poco incisivo. Successo ampiamente meritato per i padroni di casa che si sono visti anche annullare una rete al difensore Murazzo per fuorigioco.

RAIANO: Addario, Di Giannantonio, Palanza, Tiberi, Giancola, Murazzo, La Gatta, Amicone, Nuri, Saponaro, Cissè.
A disposizione: Del Rossi, Postiglione, Suwanen, Di Mascio, Toracchio, D'Alfonso, Camarra. Allenatore: Antinucci

PALOMBARO: Sorrentino, Solari, Consalvo, D'Amato, Gialloreto, Episcopo, Marroncelli, Peralta, Giangiulio, Sebastio, Rafa. A disposizione: Cipolla, Fiore, Di Natale, Crognale.
Allenatore: Giandonato

ARBITRO: Fantozzi di Avezzano

RETI: 15' pt e 20' pt La Gatta

1^ Categoria Girone C: 5^ Giornata

Risultati
Alanno-Pescina Calcio 1950= 4-1
Federlibertas Bugnara-Pretoro Calcio= 1-1
Giuliano Teatino 1947-S. Pelino= 1-0
Manoppello Arabona-Roseto 1920 = 3-0
Pacentro Calcio-Cugnoli = 4-2
S. Anna-Cepagatti= 1-1
Scafa Cast 2017-Polisportiva Morronese= 1-0
Villamagna-Popoli Calcio= 1-4

Classifica
Scafa Cast 2017 15
Cepagatti 13
Giuliano Teatino 1947 13
Federlibertas Bugnara 10
Manoppello Arabona 10
Pacentro Calcio 9
S. Anna 8
Alanno 7
Villamagna 6
Polisportiva Morronese 5
Roseto 1920 4
Popoli Calcio 4
Cugnoli 3
S. Pelino 3
Pretoro Calcio 1
Pescina Calcio 1950 0

Promozione Girone B: 8^ Giornata

Risultati
Casalbordino-Fossacesia= 0-1
Casolana-Bucchianico Calcio= 1-3
Fater Angelini Abruzzo-Sulmona Calcio= 0-0
Ortona Calcio-Il Delfino Flacco Porto= 0-2
Raiano-Palombaro Calcio 1975= 2-0
Real Treciminiere-Piazzano= 1-1
Val Di Sangro-Passo Cordone= 0-0
Villa 2015-Sportland F. C. Celano= 1-1 
Virtus Pratola Calcio-Castiglione Val Fino= 2-3

Classifica
Casalbordino 16
Castiglione Val Fino 16
Ortona Calcio 14
Fater Angelini Abruzzo 14
Il Delfino Flacco Porto 14
Villa 2015 13
Fossacesia 13
Real Treciminiere 12
Sulmona Calcio 12
Bucchianico Calcio 12
Val Di Sangro 10
Piazzano 9
Passo Cordone  8
Virtus Pratola Calcio 7
Palombaro Calcio 1975 5
Raiano 5
Casolana 4
Sportland F. C. Celano 4

Serie D - Girone F: 7ª Giornata di Andata.

Risultati.
Avezzano-Olymp. Agnonese= 2-1
Campobasso-S. Nicolo= 0-0
Jesina-Vis Pesaro= 1-4
L'Aquila-Castelfidardo= 1-2
Matelica-Nerostellati= 5-0
Pineto-Sangiustese= 1-1  
Recanatese-Francavilla 1927= 0-2  
San Marino-Fabriano Cerreto= 2-0    
Vastese-Monticelli= 2-1      

Classifica.
Citta' di Campobasso 17
Matelica 16
Vis Pesaro 16
Castelfidardo 16
Vastese 13
L'Aquila 12
San Marino 11
Sangiustese 11
Avezzano 9
Jesina 9
Francavilla 9
Pineto 8
Recanatese 6
fabrizno Cerreto 6
Ol. Agnonese 4
Monticelli 3
Nerostellati 2

Pokerissimo Matelica. I Nerostellati alzano bandiera bianca

DOMINIO MARCHIGIANO, 5-0 IL FINALE.

Un pokerissimo del Matelica banale, quasi scontato. Una vittoria che sembrava scritta da una parte, una debacle annunciata dall'altra. Tra il Matelica e i Nerostellati passa un abisso. Al momento la classifica dice che la distanza tra biancorossi e nerostellati è di 14 punti, ma si potrebbero aggiungere anche di un paio di categorie a dividere le due compagini dopo i novanta minuti di oggi. Gli abruzzesi non sono di certo chiamati a fare punti in stadi come il "Giovanni Paolo II" per rincorrere la salvezza, ma subirne cinque può far diventare il campionato un calvario e, a lungo andare, sconfitte di questo peso lasciano strascichi. Il Matelica penetra il Pratola come un coltello rovente nel burro. Oliveira apre le danze con un'inzuccata di testa che trafigge Parente. Il raddoppio di Angelilli a cinque minuti dal riposo taglia le gambe a un Pratola che fino a quel momento aveva opposto una strenua resistenza. Nella ripresa Di Marzio ne cambia subito tre: fuori Del Gizzi, Bruni e Giallonardo; dentro Ponticelli, Puglielli e Isotti. Lo spartito non cambia, la musica è sempre la stessa e l'assolo dei marchigiani arriva al 5' della ripresa con Gabbianelli. Partita chiusa, un po' per la manifesta superiorità dei biancorossi e un po' a causa della dea bendata che non assiste il tiro di Di Ruocco (in foto) che colpisce il palo, negando agli abruzzesi di riaprire la gara. Matelica che, passato lo spavento, buca nuovamente Parente due volte. Prima è Magrassi a calare il poker, firmando il suo terzo centro stagionale. Poi Mancini chiude la gara. In mezzo l'espulsione di Isotti che lascia in dieci i suoi. Matelica in scia Campobasso, Nerostellati sempre fanalino di coda, a due punti dal terzultimo posto occupato dall'Olympia Agnonese.


MATELICA-NEROSTELLATI PRATOLA= 5-0

MATELICA: Demalija, Arapi (29' st Veroni), De Gregorio, Messina, Callegaro, Gilardi, Angelilli (16'st D'Appolonia), Malagò, Magrassi (16' st Gioè), Gabbianelli (24'st Tonelli), Oliveira (24' s Mancini).
A disp.: Kerezovic, Brentan,  Lo Sicco, Cuccato.
All: Tiozzo

NEROSTELLATI: Parente, Valente, De Gizzi (1' st Ponticelli), Vitone, Palombizio (22'st Cicconi), Giallonardo (1'st Puglielli), Bruni (1'st Isotti), Pacella, Di Ruocco, Di Rosa, Di Cerchio (7'st Kone).
A disp.: Capone, Di Ciccio, Rossi, Donatangelo.
All: Di Marzio

MARCATORI: 3’ pt Oliveira, 40’ pt Angelilli, 5’ st Gabbianelli, 15’ st Magrassi, 29’ st Mancini.

Arbitro: Piazzini di Prato

Note: Espulsi: Al 24’st Isotti (N). Ammoniti: Pacella (N)


Valerio Di Fonso

sabato 14 ottobre 2017

Ovidiana-Capestrano= 2-1

2^ Categoria.

L'Ovidiana vince in pieno recupero.

SULMONA – Le vittorie sofferte, si dice, sono le più belle anche se Pietro Cardilli avrebbe evitato volentieri qualche patema di troppo ma alla fine si gusta i tre punti conquistati grazie al gol partita al 95’ di Grandis (in foto). Padroni di casa privi di diversi titolari con Cardilli costretto a cambiare uomini e ruoli. Questa condizione penalizza troppo l’Ovidiana che fa fatica ad entrare in partita. Si vede subito il Capestrano con un tiro in area di Benneth sull’esterno della rete ed al 3’ con Keità che, a tu per tu con Imperatore, si divora il gol del possibile vantaggio mandando in out. All’8’ ancora Capestrano con una conclusione di Ganga e subito dopo si vede per la prima volta l’Ovidiana con Baccari che al 18’ non riesce a correggere in rete una palla fatta pervenire in area da Pagliaroli. Un minuto dopo sempre Baccari reclama una caduta in area. Al 25’ si rivede il Capestrano con Keità che in area non riesce a superare Imperatore. Da qui in avanti sono gli ospiti a fare la partita. Alla mezz’ora Ciccozzi verticalizza per Benneth, sulla respinta del portiere spedisce in rete Keità ma l’azione era stata fermata per l’off side. Il gol è nell’aria e, subito dopo, uno spunto sempre di Ciccozzi mette nelle condizioni Rossi di concludere positivamente per il vantaggio del Capestrano che sul finire avrebbe la possibilità di raddoppiare ma Benneth cicca incredibilmente con un tiro da Mai dire Gol che finisce fuorimisura. Il primo tempo si chiude con alcune proteste quando Pagliaroli termina a terra in area. Ad inizio ripresa al posto di Napoleoni entra Simone Grandis che realizzerà il gol partita. Si vede subito Grandis con un tiro al 10’. Il Capestrano ci prova con Benneth che si prima si vede respingere il tiro due volte e poi trova l’opposizione di Imperatore. L’Ovidiana poi pareggia su rigore. Baccari, inseguito da Ghelli e Omoregie, viene fermato fallosamente con Davide Di Cosimo di Avezzano che assegna il rigore sotto le proteste degli ospiti perché, a loro dire, il fallo sarebbe avvenuto fuori area ma sembra aver ragione l’arbitro. Dal dischetto batte lo stesso Baccari che pareggia. Quando meno te lo aspetti, l’Ovidiana vince la partita agli ultimi secondi. Punizione al ’95 con la battuta di Grandis, il pallone in area non viene colpito da nessuno e Sciomenta non riesce a pararlo per un gol incredibile che regala il successo ai sulmonesi per 2-1. Tanta l’amarezza del Capestrano ma il calcio a volte è così.

OVIDIANA: Imperatore, Gasbarro, La Vella, Lucci, Napoleoni (1’ st Grandis), Dell Valle (18’ st Calabrese), D’Amato (32’ st D’Alessandro), Baccari, Romanelli, Alosi, Pagliaroli.
A disposizione Scelli, Pulsone.
Allenatore Pietro Cardilli.

CAPESTRANO: Sciomenta, Calisse (35’ st Arduini), Ghelli, Colantonio, Ganga (39’ st Abruzzo), Bernabeo, Benneth (13’ st Omoregie), Di Flauro, Keità (20’ st Ferretti A.), Rossi, Ciccozzi.
A disposizione Ferretti D., Battistella, Santoro.
Allenatore Spartaco Pierannunzio (assente perché febbricitante).

Arbitro: Davide Di Cosimo (Avezzano).

Marcatori: 29’ pt Rossi (C), 22’ st Baccari (O) su rig., 50’ st Grandis (O).

Domenico Verlingieri

Ovidiana-Capestrano= 2-1 (video).

Promozione Girone B: 7^ giornata

SULMONA IN TRASFERTA. LA VIRTUS OSPITA IL CASTGLIONE. SCONTRO SALVEZZA A RAIANO

CASALBORDINO – FOSSACESIA: Fabio D’Ettorre di Lanciano (Recchiuti e Giada Di Carlantonio di Teramo)
CASOLANA – BUCCHIANICO: Luca D’Antuono di Pescara (Flaviano di Vasto e Cocco di Lanciano)
FATER ANGELINI – SULMONA (campo Antistadio di Pescara): Luca Di Monteodorisio di Vasto (De Filippis di Vasto e Bruni di Teramo)
ORTONA – IL DELFINO FLACCO PORTO: Francesco Esposito di Torre Annunziata (Corradi di Avezzano e Caruso di Lanciano)
RAIANO – PALOMBARO: Gianluca Fantozzi di Avezzano (Di Cino di Lanciano e Silvia Scipione di Pescara)
REAL TRECIMINIERE – PIAZZANO: Mauro Iannella de L’Aquila (Fonzi de L’Aquila e Freno di Chieti)
VAL DI SANGRO – PASSO CORDONE (campo F.te Cicero Atessa): Serena De Michele di Vasto (Morelli e De Collibus di Pescara)
VILLA 2015 – SPORTLAND CELANO: Pierludovico Arnese di Teramo (Pennese di Pescara e Salvati di Sulmona)
VIRTUS PRATOLA - CASTIGLIONE VALFINO: Manuel Marchetti de L’Aquila (Cialini di Teramo e Giulia Di Rocco di Pescara)

CLASSIFICA:
CASALBORDINO 16
ORTONA 14
CASTIGLIONE VALFINO 13
FATER ANGELINI ABRUZZO 13
VILLA 2015 12
IL DELFINO FLACCO PORTO 11
REAL TRECIMINIERE 11
SULMONA 11
FOSSACESIA 10
BUCCHIANICO  9
VAL DI SANGRO 9
PIAZZANO 8
PASSO CORDONE 7
VIRTUS PRATOLA 7
PALOMBARO 5
CASOLANA 4
SPORTLAND CELANO 3
RAIANO 2

venerdì 13 ottobre 2017

Parte la nuova avventura per il Campo Di Giove Calcio.

Terza Categoria.

CAMPO DI GIOVE - Anche quest’anno Campo di Giove avrà una sua rappresentativa nel campionato di calcio provinciale di Terza Categoria dell’Aquila, la squadra farà parte del Girone A insieme ad Arischia, Bazzano Calcio, Cansano, Gignano Calcio, Monticchio 88, Ocre Calcio, Roccacasale, Valle del Tirino, Vestina San Demetrio e Virtus Barisciano. Il campionato inizierà ufficialmente Domenica 15 ottobre e terminerà il 6 maggio.

 Il Campo di Giove giocherà la prima partita fuori casa contro il Gignano calcio, formazione esordiente, la partita si giocherà alle 10:00 di Domenica 15 ottobre presso il campo sportivo di Fossa.


Per tornare al Campo di Giove, quest’anno ci sono alcune significative novità: mister Conza che per tre anni ha guidato la squadra ha deciso di prendersi un anno di pausa dal ruolo di allenatore, darà comunque una mano in veste di dirigente e tesoriere della società, il nuovo allenatore è Angelo Capaldo, campogiovese con una passata esperienza di tutto rispetto nei campionati di calcio locali. 


Altri ingressi in società si occuperanno di formare una dirigenza che si pone l’obiettivo di garantire ai ragazzi partecipanti un anno di sport, socializzazione e crescita sotto l’aspetto umano e atletico. 

Il Comune ha garantito il patrocinio per coprire i costi di iscrizione al campionato mentre i commercianti locali stanno contribuendo in varia misura all’aspetto patrimoniale dell'associazione.


La squadra sarà composta da ragazzi del posto e del circondario, soprattutto Sulmona, e a tal proposito, per garantire allenamenti costanti anche durante la stagione invernale, la società sta prendendo contatti per potersi allenare in Valle Peligna.

 Inoltre, si sta lavorando alla creazione di un gemellaggio con la Virtus Pratola (http://asdvirtuspratola.blogspot.it/) (campionato di Promozione) anche grazie al responsabile dell’area tecnica della squadra pratolana Antonio Cianfaglione per anni giocatore del Campo di Giove. 


Nelle prime riunioni la società ha chiarito quali saranno le regole adottate: massima considerazione per l’impegno mostrato e la frequenza negli allenamenti da parte dei ragazzi,  rispetto per i compagni, accettazione delle decisioni del mister, soprattutto quelle riguardanti le convocazioni. 

Insomma, nuove basi su cui provare a costruire anche a Campo di Giove un movimento sportivo di valore. 


Da più di un mese i ragazzi si sono preparati con allenamenti quotidiani presso il campo sportivo comunale, allenamenti che sono stati chiesti anche a chi, durante la settimana si trova fuori paese per ragioni di studio e di lavoro. 


Il mister Angelo Capaldo ha dichiarato: “Sono felice di essere l’allenatore della squadra di calcio del mio paese, il gruppo di ragazzi si sta dimostrando serio e disciplinato, insieme alla dirigenza composta da giovani del posto, ci siamo dati l’obiettivo di ben figurare nella stagione che sta per iniziare. 

Dico grazie a mister Conza che mi ha preceduto, ritengo che abbia svolto un ottimo lavoro, il mio grazie è rivolto anche agli altri accompagnatori dirigenti che hanno consentito che in paese ci fosse per tre anni consecutivi una rappresentativa calcistica, una realtà che - nei piccoli centri - costituisce un’occasione di aggregazione di fondamentale importanza. 


Crediamo in questo progetto sportivo ed educativo, lavoreremo con impegno - ciascuno per la sua parte - affinché la squadra del Campo di Giove si dimostri all’altezza delle aspettative, rappresentando dignitosamente il paese dal punto di vista sportivo e sociale.”. 



Questi i ragazzi finora tesserati:


Diego Capaldo, Andrea De Chellis, Matteo De Chellis, Pasquale De Chellis, Raffaele Delfino, Riccardo Di Benedetto, Gaetano Di Girolamo, Eustachio Di Paolo, Leopoldo Di Paolo, Domenico Donatelli, Michele Fascia, Pierre Donato Fortunato, Seydu Kourouma, Alessandro Liberatore, Francesco Maddalena, Andrea Marinucci, Matteo Marinucci, Simone Miranda, Juan Carlos Mora Rodriguez, Antonio Santilli, Cristian Santilli, Franco Santilli, Matteo Settevendemmie, Adriano Stati, Enrico Tarulli, Jacopo Vella.

Questo invece lo staff societario:


Angelo Capaldo (allenatore), Mario Capaldo (vice-allenatore) Raffaele Castaldo (dirigente) Domenico Ciccone (Direttore sportivo), Anthony Conza (tesoriere) Antonio D’Amico (responsabile della comunicazione), Mattia Del Mastro (dirigente), Michele Di Gesualdo (dirigente), Paolo Di Loreto (dirigente), Francesco Santilli (Presidente).

I risultati e l’andamento della squadra durante il campionato saranno consultabili anche sul sito del paese
www.campodigiove.org, la squadra avrà una pagina Facebook in fase di allestimento.

mercoledì 11 ottobre 2017

Sulmona-Sportland Celano= 1-2 (video)

SULMONA-SPORTLAND CELANO= 1-2.

COPPA ITALIA PROMOZIONE: 

I MARSICANI PASSANO IL TURNO

SULMONA – La Sportland Celano espugna il Pallozzi di Sulmona e supera il turno di Coppa Italia di Promozione classificandosi in testa al girone L a punteggio pieno. Nell’undici inziale Candido Di Felice manda cinque titolari in panchina proponendo una formazione con Colella al centro dell’attacco. Sull’altro fronte la squadra di Romolo Pietrini fa affidamento in avanti sull’attaccante Mancini. Nei primissimi istanti del match si alza qualche protesta del Sulmona quando Colella, contrastato da un difensore ospite, termina a terra. Al 9’ conclusione di Mancini, parata da Di Censo. Al 13’ proteste celanesi quando Mancini tra Sehitaj e Badj finisce a terra. Al quarto d’ora padroni di casa pericolosi sugli sviluppi di un corner di Schirone, in area schiaccia di esta Sehitaj con la palla che sfiora l’incrocio. Al 20’ un tiro dalla distanza di Mancini termina alto. Si arriva negli ultimi minuti e dopo un colpo di testa in area di Mancini termina il primo tempo sullo 0-0. Ad inizio ripresa doppio cambio nel Sulmona con gli ingressi di Pizzola e Di Bacco al posto di Ranauro e Schirone. Al 7’ Di Censo si oppone all’avanzata in area di Mancini. Al 9’ la Sportland Celano resta in dieci per l’espulsione per somma di ammonizioni di Buttazzo dopo un fallo su Aquilio, costretto a lasciare il campo per infortunio. Al posto di Aquilio entra Coletti. Il tecnico dei celanesi Pietrini procede al cambio del portiere, esce Ridolfi e tra i pali subentra Giulio Cardarelli. Al quarto d’ora c’è un colpo di testa di Mancini ed al 20’ il Sulmona sblocca il risultato sugli sviluppi di una punizione battuta da Pizzola che serve Del Conte, assist dalla destra ed in area Colella a due passi dal portiere spedisce in rete per l’1-0. I biancorossi trovano il gol ma perdono per infortunio anche Coletti con la sua gara terminata appena un quarto d’ora. Al suo posto Trozzo. Alla mezz’ora pressing dei marsicani che riescono a trovare il pareggio quando Innocenzi scaraventa il pallone in avanti che finisce a Mancini il quale in area batte Di Censo per l’1-1. La reazione del Sulmona al 35’ con un tiro di Badj che due minuti dopo è oggetto delle proteste degli ospiti che reclamano il mani in area del numero 5 biancorosso. In pieno recupero al 94’ la Sportland Celano porta a due le marcature e vince la partita grazie ad un regalo dei padroni di casa. Un colpo di testa azzardato di Trozzo trae in inganno Di Censo, s’inserisce Ranalletta che a porta sguarnita sigla il definitivo 2-1 che permette alla Sportland Celano di passare il turno. (Domenico Verlingieri).

SULMONA: Di Censo, Federico, Schirone (1’ st Di Bacco), Cotognini (19’ st Lorenzetti), Badj, Sehitaj, Aquilio (9’ st Coletti e 23’ st Trozzo), Del Conte, Colella, Tirino, Ranauro (1’ st Pizzola).
A disposizione Ventresca, Moroni.
Allenatore Candido Di Felice.

SPORTLAND CELANO: Ridolfi (13’ st Cardarelli G.), Curti (5’ st Curti), Buttazzo, Pompili (28’ st Pacchiarotta), Cardarelli L., Longo, Biocca (23’ st Innocenzi), Taccone, D’Agostino, Ranalletta, Mancini (38’ st Morgante).
A disposizione Ridolfi C., Piccone.
Allenatore Romolo Pietrini.

Arbitro: Federico Amelii (Teramo). Assistenti Di Pietrantonio (Pescara) e Coccagna (Teramo).

Marcatori: 20’ st Colella (S), 30’ st Mancini (SC), 49’ st Ranalletta (SC).

Note: al 9’ della ripresa espulso Buttazzo per somma di ammonizioni.

ASD ROCCACASALE, SI COMINCIA: DOMENICA A CANSANO

L’ESORDIO IN TERZA CATEGORIA

ROCCACASALE – Parte l’avventura dell’Asd Roccacasale che domenica prossima comincerà il campionato di Terza Categoria con la gara fuori casa contro il Cansano. Entusiasmo alla presentazione della squadra in Municipio alla presenza dello staff tecnico e dirigenziale con il presidente Pino Colarocco, il segretario Michele Sabatini e l’allenatore Luciano Di Marcantonio. E’ inoltre intervenuto il sindaco Enrico Pace che ha espresso soddisfazione per il ritorno a distanza di anni del calcio a Roccacasale. Nella rosa oltre all’esperto attaccante Arrigo Sabatini, reduce dalla vittoria della Prima Categoria con la Virtus Pratola, ci sono elementi che negli anni passati sono stati protagonisti in altre squadre del Centro Abruzzo. Tra gli elementi a disposizione i portieri Paolo Biancone e Luca Di Marco, i difensori Filippo Carassai, William Di Martino, Davide Presutti, Alberto D’Ascanio, Luigi La Civita, Valerio e Nicola Guadagnoli, i centrocampisti Umberto Pace, Antonio Giuffrida, Raffaele Esposito, Gianluca Palombizio, Simone Natale, Pierluigi Monti e Simone Rosso, gli attaccanti Luigi Carducci, Romualdo Di Cristofaro e Francesco Azzarone. “Abbiamo sia ragazzi di Roccacasale che del comprensorio. Ringrazio ognuno di loro perché hanno deciso di sposare il nostro progetto. Sono tutti armati della passione per il calcio e dobbiamo pertanto stargli vicino il più possibile”. Lo ha affermato Michele Sabatini che ha espresso un elogio particolare per Di Marcantonio: “E’ un tecnico che secondo me potrebbe allenare anche tra i professionisti e lo sta dimostrando con il suo notevole impegno. Con lui stiamo vedendo allenamenti che hanno poco a che vedere con la Terza Categoria. Gli auspici sono buoni per fare un ottimo campionato e portare in alto il nome di Roccacasale”. E’ tutto pronto dunque per l’esordio di domenica 15 ottobre a Cansano mentre nel fine settimana successivo è in programma l’atteso debutto casalingo contro il Gignano che sarà accompagnato dal calore dei cittadini di Roccacasale che non vedono l’ora di incitare i propri beniamini. Domenico Verlingieri

martedì 10 ottobre 2017

Peligne, così si !

A PICCOLI PASSI NEROSTELLATI, RAIANO E POPOLI. CADE SOLO L'OVIDIANA. LE ALTRE VINCONO.


Dopo un periodo di rodaggio le peligne aumentano i giri dei propri motori. I Nerostellati Pratola , timidamente, si fanno avanti nella lotta salvezza. E' vero, contro la Recanatese non ci si può accontentare di un solo punto dopo non aver praticamente mai rischiato per novanta minuti. Se dopo il pareggio contro l'Avezzano il bicchiere era mezzo pieno, oggi quel bicchiere lo si guarda con un po' di rammarico. La prima vittoria avrebbe dato morale in vista di Matelica e, soprattutto, avrebbe permesso ai pratolani di scavalcare il Monticelli. La difesa c'è, l'attacco è evanescente ma la strada è più o meno quella giusta per restare in scia fino alla fine. Vince, e convince, il Sulmona. Biancorossi impenetrabili tra le mura amiche del Pallozzi. Tre vittorie, un pareggio e lo stesso numero di sconfitte e reti subite: 0. Merito anche di un Di Censo che dopo appena cinque minuti contro l'Ortona abbassa la saracinesca a Bolognini. I peligni lì davanti sono leggeri e giovani, è vero, ma proprio nei millennials risiede la forza di questa squadra. Coletti pennella, Aquilio rifinisce. 1-0 e tre punti che danno seguito alla vittoria contro il Bucchianico. Bene anche la Virtus Pratola che conquista la seconda vittoria esterna stagionale. A Fara San Martino è il Palombaro ad andare in vantaggio con Marroncelli prima che si scateni l'uragano D'Ancona che con una doppietta, intervallata dalla rete di Saccoccia, spazza via i locali e regala tre punti pesantissimi ai pratolani. Piccolo bottino esterno anche per il Raiano che blocca Il Delfino Flacco Porto sullo 0-0. In Prima Categoria è dolce la prima vittoria storica della Morronese in campionato. Gialloneri avanti con Giallorenzo e ripresi dal penalty realizato dall'allenatore-giocatore Odoardi a fine primo tempo. La ripresa è di marca locale e serve il gol del solito Liberatore per riportare avanti la squadra delle frazioni. La vittoria viene messa in ghiaccio da Iannamorelli. Se la Morronese è la matricola destinata a far parlare di sé, la Federlibertas Bugnara è la vera outsider di questo campionato. I biancazzurri s'impongono al "Perna" di Cugnoli per  2-1 e volano al quarto posto a tre lunghezze dal Cepagatti capolista. A segno per i perligni l'ex Goriano Sicoli Forcucci e Crugnale. Il Pacentro "vendica" proprio la Federlibertas andando a vincere al "Fonte Dell'Olmo" contro il Roseto; boia dei bugnaresi domenica scorsa. Pizzoferrato e Cuccurullo firmano la vittoria dei peligni e vanificano la rete di Di Francescantonio. Il Popoli raggiunge a 10' dal termine il Manoppello Arabona. Ospiti avanti con Rulli e locali che pareggiano con il solito Del Conte (in foto). Unico neo del fine settimana delle peligne è la sfortunata sconfitta dell'Ovidiana in trasferta a Cese, con i padroni di casa che si impongono di misura 1-0.

lunedì 9 ottobre 2017

Morronese-Alanno 3-1

MORRONESE-ALANNO= 3-1

1^ CATEGORIA C.
LA SQUADRA DELLE FRAZIONI SI SBLOCCA, PRIMA VITTORIA IN CAMPIONATO

BAGNATURO (PRATOLA PELIGNA) – La Morronese trova il primo successo stagionale nella quarta giornata battendo in casa l’Alanno per 3-1. Gara bella e combattuta tra due squadre che hanno espresso la forma migliore, nonostante alcune assenze nei padroni di casa al cospetto dei rientri dalle squalifiche di Esposito, Pezzi e Giallorenzo. All’inizio gli ospiti si mostrano aggressivi ma il primo sussulto è della Morronese al 17’ con un diagonale di Liberatore. Due minuti dopo si rende pericoloso l’Alanno. Dopo una punizione di Zazzara in area il tiro di Corrado viene respinto da Torre. Il punteggio cambia al 22’. Giallorenzo (in foto), servito da una rimessa laterale di Intenza, è autore di una perfetta conclusione con la palla che si insacca all’incrocio per l’1-0. Al 31’ sostituzione forzata per la squadra di Odoardi, fuori per infortunio Pugliese e dentro Battistelli. La Morronese si rivede al 32’ con una punizione di Liberatore deviata in corner da D’Orazio. Cinque minuti dopo Di Mascio offre uno spunto in profondità per Liberatore che in area però non riesce a superare il portiere. Al 41’ cambio forzato anche per la Morronese. Esce La Civita per un infortunio al ginocchio ed entra Rosato. Sul finire di tempo l’Alanno trova il pari grazie ad un calcio di rigore contestato dai locali che reclamano prima l’off side di Angelucci e poi la decisione dell’arbitro di assegnare il penalty per un intervento falloso che non è apparso netto. Dal dischetto trasforma l’esperto allenatore-giocatore Enrico Odoardi, ex Torrese e Pianella, che sigla il pareggio. Gli animi per quest’episodio si innervosiscono e si arriva ad un finale di tempo abbastanza agitato. Nella ripresa sono gli ospiti a rendersi pericolosi con un tiro di Angelucci deviato in corner da Torre che viene chiamato in causa anche su una punizione di Corrado. Al 27’ dopo una punizione di Giallorenzo, Liberatore con il sinistro manda di poco a lato. Alla mezz’ora c’è il nuovo vantaggio della Morronese. Hallulli offre una palla in profondità al bomber Liberatore che batte D’Orazio per il 2-1. Nell’ultimo quarto d’ora la Morronese legittima il risultato. Al 37’ Hallulli non arriva a colpire di testa dopo una punizione di Liberatore, si salva D’Orazio che allontana. Al 40’ Liberatore fa partire Esposito che si invola ed in area colpisce l’incrocio. Altra opportunità con Liberatore che parte in area ma Virtuoso non riesce a correggere in rete la sua iniziativa. All’ultimo dei quattro minuti di recupero arriva il gol del definitivo 3-1 siglato dal nuovo entrato Iannamorelli con una bella conclusione dalla distanza. La Morronese si rilancia superando di un punto in classifica l’Alanno. (Domenico Verlingieri).

MORRONESE: Torre, Pezzi, Intenza, Giallorenzo, Dante, La Civita (41’ pt Rosato), Hallulli (38’ st Iannamorelli), Di Mascio (33’ st Restaino), Esposito, Liberatore, Di Bacco (23’ st Virtuoso).
A disposizione Epifano.
Allenatore Roberto Di Sante (in panchina Nando Restaino).

ALANNO: D’Orazio, Corrado, Di Domenicantonio, Behdzeti (Shima), Odoardi, Pugliese (31’ pt Battistelli), Angelucci, Varrasso, Di Girolamo (Marcucci), Zazzara, Gueye (42’ st Cirone).
A disposizione Salci, Di Marco, Di Quilio.
Allenatore Enrico Odoardi.

Arbitro: Antonello Pietrangeli (Sulmona).

Marcatori: 22’ pt Giallorenzo (M), 44’ pt Odoardi (A) su rig., 29’ st Liberatore (M), 49’ st Iannamorelli (M).

Nerostellati-Recanatese= 0-0 (video).

domenica 8 ottobre 2017

Seconda Categoria girone B: 3^ giornata

IL CESE BATTE DI MISURA L'OVIDIANA

Canistro-Collarmele= 3-1
Capestrano-San Giuseppe= 5-0
Castronovo-Deportivo Luco= 0-0
Cese-Ovidiana= 1-0
Marruvium-Ortigia= 2-4
Plus Ultr -Atletico Civitella= 3-2

CLASSIFICA
Ortigia 7
Plus Ultra, Canistro 6
Cese 5
Deportivo Luco, Castronovo, Atletico Civitella 4
Ovidiana, Collarmele, Capestrano 3
Marruvium 2
Lo Schioppo, San Giuseppe 1

Prima Categoria girone C: 4^ giornata

OK FEDERLIBERTAS, MORRONESE E PACENTRO. PAREGGIA IL POPOLI

Risultati
Cepagatti-Villamagna= 1-0 (giocata sabato)
Cugnoli-Federlibertas Bugnara= 1-2
Morronese-Alanno= 3-1
Pescina-Giuliano Teatino= 2-6
Popoli-Manoppello= 1-1
Pretoro-Scafa= 1-3
Roseto-Pacentro= 1-2
San Pelino-Sant'Anna= 1-1

CLASSIFICA
Cepagatti, Scafa 12
Giuliano Teatino 10
Federlibertas Bugnara 9
Sant'Anna 8
Manoppello 7
Villamagna, Pacentro 6
Morronese 5
Roseto, Alanno, San Pelino 4
Cugnoli 3
Popoli 1
Pretoro, Pescina 0

Promozione girone B: 7^ giornata

IL SULMONA BATTE L'ORTONA. VINCE LA VIRTUS E IL RAIANO FA 0-0

Risultati

Passo Cordone-Villa 2015= 2-2 (giocata sabato)
Sulmona-Ortona= 1-0 (giocata sabato)
Bucchianico-Fater Angelini= 1-1
Castiglione Valfino-Val Di Sangro= 4-2
Fossacesia-Real Treciminiere= 0-0
Il Delfino Flacco  Pescara-Raiano= 0-0
Palombaro-Virtus Pratola= 1-3
S. Celano-Casalbordino= 1-3
Piazzano-Casolana= 2-2

CLASSIFICA
Casalbordino 16
Ortona 14
Fater Angelini, Castiglione Valfino 13
Villa 2015 12
Real Treciminiere, Il Delfino Flacco, Sulmona 11
Fossacesia 10
Bucchianico, Val di Sangro 9
Piazzano 8
Virtus Pratola, Passo Cordone 7
Palombaro 5
Casolana 4
S. Celano 3
Raiano 2

Serie D Girone F: 6^ Giornata

PARI PER I NEROSTELLATI. CAMPOBASSO CAPOLISTA SOLITARIO

Risultati.

Fabriano Cerreto-L'Aquila= 1-2
Francavilla Calcio-Castelfidardo= 0-1
Jesina-Pineto= 1-1
Monticelli-San Marino= 0-0
Nerostellati Pratola-Recanatese= 0-0
Olympia Agnonese-Città di Campobasso= 0-1
Sangiustese 1957-Avezzano= 1-2
San Nicolò-Vastese= 1-2
Vis Pesaro-Matelica= 1-1

CLASSIFICA
Città di Campobasso 16
Vis Pesaro, Matelica, Castelfidardo 13
L'Aquila 12
Sangiustese, Vastese 10
Jesina 9
San Marino 8
Pineto 7
San Nicolò, Recanatese, Fabriano Cerreto, Avezzano, Francavilla 6
O. Agnonese 4
Monticelli 3
Nerostellati Pratola 2

Nerostellati Pratola e Recanatese non si fanno male: 0-0

RETI BIANCHE AL PALLOZZI


SULMONA - In aurea mediocritas avrebbe scritto Orazio. Attenzione però, perché per mediocritas non si intende il termine dispregiativo mediocrità; bensì lo stare in una posizione tra l’ottimismo e il pessimismo. Tra una difesa che è cresciuta e tra un attacco poco prolifico in questo caso. I Nerostellati Pratola hanno aggiustato, in maniera innegabile, una fase difensiva che nelle prime tre uscite faceva acqua da tutte le parti. Ora, dopo due gare consecutive con la porta inviolata, c’è necessità dei gol per salvarsi. Lo zero a zero contro la Recanatese è frutto di una partita che ha visto i Nerostellati sparare a salve. Dall’altra parte del campo i leopardiani non hanno fatto le barricate, ma sono stati comunque surclassati dai pratolani per quanto riguarda il palleggio e la costruzione di gioco. La mediana pratolana detta legge in mezzo al campo. Isotti portato in mezzo al campo ha dato equilibrio, mentre Di Cerchio sulla destra si mostra più propositivo e meno evanescente di Kone. La squadra di Di Marzio ha la sua migliore occasione cinque minuti dopo il fischio d’inizio. Una conclusione dai venticinque metri di Di Ruocco viene sporcata da Colonna. La palla arriva a Palombizio che da solo, in area, grazia Maraglino sparando fuori. Gli abruzzesi ci provano, e ci credono, molto più della Recanatese. Non soffrono, difendono bene e fanno in modo che Parente rimanga praticamente inoperoso per novanta minuti. Ma quando si tratta di attaccare c’è imprecisione nelle conclusioni. Di Ruocco, Vitone e Di Cerchio non inquadrano mai la porta. La beffa è dietro l’angolo. Senigagliesi, a cinque minuti dalla fine, lascia sul posto Del Gizzi (in foto) che fino a quel momento è stato praticamente insuperabile. L’esterno giallorosso cerca il fondo e appoggia in area per l’accorrente Negro che calcia in orbita un rigore in movimento. Sospiro di sollievo per i Nerostellati. I pratolani non si accontentano del pareggio, non possono accontentarsi nella migliore gara fin qui giocata. Dentro quindi Kone per uno spento Palombizio, e Bruni al posto di Di Cerchio per cercare l’assalto finale che si perde in un nulla di fatto. Secondo punto conquistato nelle ultime due gare per i peligni. Ma se dopo il pareggio al “dei Marsi” si poteva vedere il bicchiere mezzo pieno, oggi è più che legittimo uscire dal campo con qualche rimpianto.

NEROSTELLATI PRATOLA-RECANATESE 0-0

NEROSTELLATI PRATOLA: Parente, Valente, Del Gizzi, Vitone, Palombizio (25′ st Kone), Isotti (30′ st Iacobucci), Pacella (22′ st Donatangelo), Di Ruocco (40′ st Rossi), Di Ros
a, Puglielli, Di Cerchio (45′ st Bruni).
A disp.: Capone, Ponticelli, Di Ciccio, Giallonardo.
All.: Di Marzio.

RECANATESE: Maraglino, Di Maio, Parisi, De Luca (1′ st Senigagliesi), Rinaldi, Colonna, Basso, Lupo, Braidich (5′ st Palumbo), Negro, Monachesi (11′ st Papa).
A disp.: Pedol, Mule, Perini, Tanoni, Arnone, Giaccaglia.
All. Potenza.

Arbitro: Castellone di Napoli coadiuvato da Marchese e Conte di Napoli.

Note: ammoniti: Pacella, Vitone, Isotti e Di Cerchio (N); Lupo e Parisi (R). Recuperi: +1; +5 Angoli: 3-1.

Valerio Di Fonso

sabato 7 ottobre 2017

Sulmona-Ortona=1-0 (video).

Aquilio gol. Il Sulmona si sbarazza dell'Ortona

BIANCOROSSI VITTORIOSI CONTRO LA CAPOLISTA. PALLOZZI INVIOLABILE.

SULMONA - Al Sulmona basta il gol di Aquilio (in foto) ed una grande solidità tattica per battere 1-0 l’Ortona capolista, portandosi momentaneamente al quinto posto. Tre vittorie, un pareggio e la casella sconfitte ancora vuota. Ruolino di marcia interno di tutto rispetto per i biancorossi. Il Pallozzi è diventato un fortino inespugnabile, con la porta dei sulmonesi ancora inviolata. L’Ortona, a onor del vero, in campo ha fatto vedere tutto eccetto i meriti di guidare la classifica. I primi squilli di tromba sono però degli adriatici. Ariani dopo cinque minuti fugge sulla sinistra, crossa per Bolognini che stacca di testa. Di Censo infila il mantello e vola, smanacciando in angolo. A destra l’asse Di Bacco-Del Conte deve prendere le misure per arginare Ariani, indesiderato numero uno in area sulmonese. L’ex Raiano crea scompiglio, ma manca di concretezza nei momenti chiave. Il Sulmona non traballa, anzi. Si fa vedere dalle parti di Di Quinzio due volte nel giro di cinque minuti con Pizzola. L’esterno prima tenta una giocata da antologia che sarebbe finita tra i video di repertorio: servito dal solito Coletti, protegge palla su D’Intino e spalle alla porta da posizione defilata scarica un sinistro che sorvola di poco la porta di Di Quinzio. Poi calcia alto al 25′, dopo uno schema ben eseguito a seguito di un calcio di punizione battuto da Ranauro sulla destra. E’ il preludio al gol sulmonese. Prima, però, bisogna attendere l’incredibile palla gol sciupata da Bolognini, che di testa spara addosso a Di Censo da due passi. Gol mangiato, gol subito. Frase tanto banale quanto vera. Coletti, a cinque minuti dalla fine del primo tempo, inventa un assist sul quale Aquilio inizialmente sembra non poterci arrivare. Ma Di Quinzio, a sua volta, calcola malissimo i tempi dell’uscita e viene punito dalla punta sulmonese. Nella ripresa gli ovidiani serrano i ranghi. Trozzo ingaggia un duello aereo con Bolognini degno delle migliori aviazioni militari. A Sinistra Schirone spinge come una locomotiva e il gol gli viene negato solo da un miracoloso Di Quinzio che schiaffeggia la sua punizione sul palo. A destra, invece, è meglio avere un basso profilo. C’è giusto il tempo di vedere un tiro di Ariani deviato da Sehitaj che sfiora il palo e fa scendere un brivido giù per la schiena dei tifosi ovidiani. L’Ortona finisce lì. Di Felice mette ordine a centrocampo inserendo Safon Cavedo per uno stremato Lorenzetti e disegna un solido 4-1-4-1 in fase di non possesso. Il Sulmona potrebbe raddoppiare ancora con Aquilio che al 70′ supera in dribbling Di Quinzio ma da posizione defilata non inquadra lo specchio. L’Ortona perde le staffe e a un minuto dalla fine resta in dieci per l’espulsione di Catenaro, reo di aver protestato in modo eccessivo ricevendo il secondo giallo da Solone. Dentro per il Sulmona anche Youssouph a protezione della porta di Di Censo che per la quarta volta consecutiva al Pallozzi resta sigillata a tenuta stagna.

SULMONA-ORTONA 1-0

SULMONA: Di Censo, Di Bacco, Schirone, Lorenzetti (22’st Safon Cavedo), Trozzo, Sehitaj, Del Conte, Coletti (43′ st Bianchi), Aquilio (35′ st Tirino), Ranauro (48′ st Youssouph), Pizzola (41’st Colella).
A Disp.: Ventresca, Federico.
All. Di Felice

ORTONA: Di Quinzio, D’Intino, D’Aloisio, Granata, Di Gregorio, Scioletti (35′ st Proterra), Colesanti (25’st Catenaro), Giancristofaro, Bolognini, Fasciani (14′ st Dragani), Ariani (43′ st Pompilio).
A Disp.: Zannini, Di Giampalo, Mazzarelli.
All. Di Biccari.

RETI: 40’pt Aquilio (S)

Arbitro: Solone di Avezzano

Note: Espulsi: all’89’ Catenaro (O) per somma di ammonizioni; ammoniti: Ranauro, Safon Cavedo (S); Di Gregorio, Fasciani (O). Recuperi +1; +5 Angoli: 4-5